SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

MotoGP Giappone 2022: vince Miller davanti a B. Binder e Martin. Bagnaia out

Se la pioggia ha aiutato Marquez a guadagnare la pole position, il sole spariglia le carte e a tagliare il traguardo in prima posizione è invece un velocissimo Jack Miller, che piazza oltre 5 secondi tra se e gli inseguitori, B. Binder e J. Martin. Chiudono all'ottavo posto Quartararo e al nono Bastianini, mentre A. Espargaro, partito dai box, termina sedicesimo. Bagnaia cade all'ultimo giro

1/12

1 di 3

Ancora con semaforo rosso la prima sorpresa: A. Espargaro, uno dei tre che si sta giocando il mondiale, alla fine del giro di warmup rientra ai box per cambiare moto: un problema elettronico toglie potenza alla sua Aprilia RS-GP.

Intanto la carovana della GP parte a razzo allo scattare del verde con Bagnaia 12esimo, Bastianini 13esimo, Quartararo ottavo, M. Marquez quinto e J. Martin primo. Ma a catturare gli sguardi e a dare sapore alla gara di Motegi è un carichissimo J. Miller, che in due giri supera i quattro piloti che lo precedono grazie a delle staccate esagerate.

Nelle retrovie Bastianini e Bagnaia se le danno di santa ragione mentre Marini passa Quartararo relegandolo al nono posto. Per i tre moschettieri che comandano la classifica piloti è davvero una giornata dura, soprattutto per A. Espargaro che, lo ricordiamo, per colpa di un guasto elettronico ha dovuto sostituire la moto un secondo prima che scattasse il verde.

Intanto siamo al sesto giro, J. Miller è sempre davanti a tutti ben tallonato da J. Martin. A poco meno di 2 secondi seguono M. Oliveira, B. Binder, M. Maquez, M. Vinales, L. Marini e F. Quartararo. Bagnaia e Bastianini sono alle prese con la loro risalita posizionandosi rispettivamente al decimo e unidicesimo posto, entrambi in scia a P. Espargaro: se riuscissero a superarlo avrebbero Quartararo a un tiro di schioppo.

Siamo intanto all'ottavo giro e Marini è ormai negli scarichi di Vinales (sesto), mentre dietro Bastianini rompe gli indugi, passa Bagnaia e si mette in scia a P. Espargaro. E Miller stacca il tempone portandosi a 1.7 secondi da J. Martin: la scelta del pneumatico duro sembra sortire un effetto positivo rispetto alla morbida utilizzata dallo spagnolo compagno di marca.

Decimo giro, Bastianini sorpassa P. Espargaro e si mette alla rincorsa di Quartararo che è a 1 secondo. Bagnaia segue il compagno di marca, supera anche lui il pilota spagnolo di Honda cercando di non perdere il contatto con Bastianini.

Miller, intanto, continua a fare la lepre piazzando 3.8 sec tra se e J. Martin che, a sua volta, tiene a distanza di sicurezza (1.75 sec) il sestetto d'inseguitori capitanato dalle due KTM di B. Binder e Oliveira. I duelli, però, sono dietro con protagonisti Vinales e Marini, con il pilota italiano della VR46 che infila lo spagnolo di Aprilia e mette nel mirino M. Marquez. E A. Espargaro? 19esimo al 14esimo giro: piano piano lo spagnolo si sta avvicinando alla zona punti.

Siamo all'15esimo giro, J. Miller continua a martellare con 1.45 alto e porta il distacco su J. Martin a 4.45 sec, con quest'ultimo nel mirino di B. Binder. A giocarsi il quarto posto ci sono M. Oliveira e un solido M. Marquez che, nonostante la fatica fisica sembra avercene abbastanza per intavolare una sana battaglia.

Alle sue spalle sta intanto risalendo un veloce L. Marini solitario al sesto posto, mentre M. Vinales sente il fiato sul collo di Quartararo che, a sua volta, inizia a vedere negli specchietti il duo Ducati Bastianini/Bagnaia: si prevede uno scontro tra tre dei contendenti del titolo 2022; in gioco un punticino che a fine campionato potrebbe fare la differenza.

Siamo al 20esimo giro, Miller è solidamente al primo posto, guida con una pulizia e una velocità mai vista dal pilota australiano: un vero piacere per gli occhi. Cinque secondi dietro, invece, si stanno tenendo due scontri di grande interesse: B. Binder stuzzica Martin mentre Marquez passa Oliveira e guadagna il quarto posto.

Mancano due giri e i giochi sono tutti da fare, con il trio Quartararo, Bagnaia e Bastianini che sembrano lì lì per regalarci un ultimo giro da cardiopalma. Ed ecco la sorpresa: mentre B. Binder supera Martin, Marini lotta con Oliveira... e Bagnaia cade!

Finisce così il GP di Motegi, con Jack Miller dominatore del gran premio davanti a B. Binder e Martin. Marc Marquez chiude al quarto posto, con Luca Marini sesto, Fabio Quartararo ottavo ed Enea Bastianini nono. A. Espargaro chiude la sua rimonta al 16esimo posto con zero punti guadagnati.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA