Kawasaki sfila con una moto elettrica e una ibrida alla 8 ore di Suzuka

La casa di Akashi ha sorpreso il pubblico della celebre 8 ore di Suzuka, in cui hanno girato due prototipi, rispettivamente una naked 100% elettrica ed una sportiva ibrida. Ecco le immagini dei prototipi Kawasaki

1/11

Kawasaki Ninja E1 durante le fasi di test in laboratorio

1 di 2

È da ormai un po’ di tempo che si parla della volontà di Kawasaki di entrare nel mondo dell’elettrico in modo consistente, con l’obiettivo di presentare 10 moto elettriche o ibride entro il 2025. Il primo prototipo di moto “silenziosa” della casa di Akashi venne svelato ad Eicma 2019 con il nome di “ EV project", una sorta di Ninja spinta da un propulsore elettrico in grado di erogare una potenza massima di circa 30 CV per 219 kg di peso e 100 km di autonomia. 4 le modalità di guida previste, oltre ad un sistema che permette di recuperare l’energia in fase di decelerazione.

Alcune settimane fa erano emerse delle foto, in cui si vedeva chiaramente il prototipo in fase di test all’interno di un laboratorio, facendo presagire il fatto che il progetto stesse andando avanti e che secondo alcune voci la Ninja E1 sarebbe arrivata dai concessionari già nel 2023.

1/3

Kawasaki Ninja E1 durante le fasi di test in laboratorio

Nel weekend del 4 - 7 agosto, in occasione della 8 ore di Suzuka, la gara Endurance che si disputa tutti gli anni dal 1978 sul celebre tracciato nipponico, Kawasaki ha invece inaspettatamente sfilato sul circuito con due prototipi: una naked elettrica ed una sportiva ibrida.

Esteticamente la prima ricorda la Z250, in cui però viene accentuato il codino posteriore che svetta verso l’alto, come a voler caricare le masse sull’anteriore. Quest’ultimo è dominato dal faro e dal frontale spigoloso, in pieno stile Akashi, mentre all’interno del telaio è racchiuso il propulsore elettrico. Questo è molto probabilmente la medesima unità che è stata sviluppata in questi anni sul prototipo “project EV”, le cui ultime due lettere compaiono sui fianchi del serbatoio, ma ora non si tratta più della sportiva carenata vista inizialmente ad Eicma 2019 e nelle immagini che avete visto nella pagina precedente, ma della naked in pieno stile “Z” che presto potrebbe arrivare sul mercato.

1/2

Kawasaki prototipo elettrico 

L’altro veicolo che ha sorpreso il pubblico a Suzuka consiste in un modello ibrido, che combina un propulsore elettrico ad uno a benzina. In questo caso si tratta di una moto carenata, che ricorda la Ninja 650. Questa non è però del tutto una novità, vi avevamo infatti parlato di questo progetto a inizio marzo e della volontà di Kawasaki di puntare all’ibrido. Suzuka però è stato il battesimo del fuoco per questo modello, che a giudicare dalle foto sembra essere quasi pronto per essere omologato per l’utilizzo su strada.

Forse è ancora presto per dirlo, ma stando alle chiare intenzioni che Kawasaki ha in ambito elettrico, non è da escludere che almeno uno di questi due prototipi possa essere presentato ai prossimi saloni come modello definitivo, guadagnando il titolo di prima moto elettrica o ibrida a listino della casa di Akashi.

1/3

Kawasaki prototipo ibrido

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA