SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

Controlli a campione sulle strade al posto della revisione

Invece della revisione periodica obbligatoria le moto verranno fermate a bordo strada e ispezionate. Verrà controllato anche il rumore emesso dagli scarichi. Multe elevate per i trasgressori. Questo quanto avviene in Danimarca, a partire dal 1° gennaio

1/8

Dal 1° gennaio 2022 la Danimarca ha introdotto per le moto controlli a campione sulla strada, invece della revisione periodica obbligatoria, e ci saranno multe severe per chi supera i limiti di rumore. Il Parlamento danese ha deciso infatti di optare per controlli casuali a bordo strada piuttosto che obbligare tutte le moto a revisione periodica. Le autorità danesi hanno così la possibilità di effettuare controlli su strada delle condizioni tecniche delle moto e di misurare il rumore emesso dagli scarichi. Ciò garantisce anche che i proprietari di una moto con uno scarico non omologato e troppo rumoroso non tornino allo scarico originale prima dell'ispezione programmata. Secondo il ministero dei trasporti danese, infatti, è un problema noto il rumore delle moto.

Le autorità danesi dei trasporti verificheranno se la moto è in regola con le condizioni tecniche e conforme ai requisiti di rumore (in base all’età del veicolo e a seconda del tipo di motocicletta). Per i trasgressori sono previste multe salate, che vanno dai 330 euro della prima infrazione, fino ai 2.400 euro della sesta.

Il rumore delle moto è un problema. Ora l'autorità danese dei trasporti ha l'opportunità di effettuare controlli su strada alle moto e mi aspetto che il nuovo strumento di controllo efficace, combinato con multe elevate, ridurrà il numero di moto rumorose. Allo stesso tempo, è stato importante per me trovare una soluzione sull'attuazione delle norme dell'UE in modo che diventi meno invadente per i proprietari di moto rispetto alla richiesta di ispezioni periodiche regolari", ha affermato il ministro dei trasporti danese Benny Engelbrecht.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA