SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

Anteprima Mondiale Enduro 2014: foto, video, interviste in esclusiva!

Sabato 5 e domenica 6 aprile inizia l’EWC in Spagna. Solo per Motociclismo parlano gli italiani che ambiscono al titolo mondiale. Tante novità: addio Husaberg; il team Sherco CH Racing; la presentazione delle squadre

Anteprima mondiale enduro 2014: foto, video, interviste in esclusiva!

L’attesa è finita. Riparte il Mondiale Enduro e quello di quest’anno promette grandi cose. Il primo appuntamento è previsto per il 5-6 aprile a Solsona, in Spagna. Il consueto SuperTest della sera di venerdì apre le danze ad una stagione agonistica a dir poco interessante e combattuta. La settimana a seguire l’intera equipe si trasferirà in Portogallo per la seconda tappa e dopo questo GP si potranno fare i primi bilanci di campionato. Già, perché fare un pronostico nel 2014 sul Mondiale Enduro è un po’ come fare 6 al SuperEnalotto: tanti piloti (tutti molto veloci e ravvicinati tra di loro, siamo al mondiale), tanti team agguerriti e tante moto ufficialissime, superkittate da leccarsi i baffi.

 

HUSQVARNA, HUSABERG, SHERCO...

A partire dalle novità più inattese dobbiamo assolutamente citare l’assenza del team CH Racing Husqvarna, o meglio, il team di Fabrizio Azzalin non corre più con le moto italo svedesi (ma ora austriache). Per la stagione 2014 il team prende il nome di “Sherco CH Racing”, infatti Azzalin schiera Seistola in E3 con la Sherco 300 2T e Santolino nella E2 con la Sherco 300 4T. Ma le novità non sono finite: la Casa francese (che già ha ben figurato anche alla Dakar) ha ben tre team, di cui uno ufficiale con Knight, Tarroux e Planet. Inoltre, come sappiamo, dopo l’acquisto da parte di “mamma KTM” del marchio Husqvarna e la decisione di radunare sotto un’unica grande ala Husqvarna e Husaberg, nel EWC 2014 il team è solo uno. Le moto, come abbiamo più volte avuto occasione di vedere, sono Husaberg con il link alla sospensione posteriore e senza modifiche eccessive.

 

SALVINI: PARTENZA DIFFICILE PER IL CAMPIONE DEL MONDO

Altri addii arrivano da Salminen e Thain. I due fenomeni, personaggi ormai celebri del paddock, terminano la loro carriera senza prendere parte al mondiale 2014. Al GP di Spagna prenderà il via anche Jonathan Barragan, pilota del mondiale motocross che può infastidire i primi della categoria E2. Uno dei temi caldi è sicuramente l’infortunio di Salvini, che nel 2013 ha riportato un titolo mondiale in Italia dopo ben 13 anni (Rinaldi, KTM). Alex sono 5 settimane che non tocca la moto e corre con 9 punti di sutura dopo l’operazione al pollice. Riuscirà il bolognese a salire sul podio nella trasferta iberica? Non vi sveliamo tutto, andate a leggere l’intervista, ma prima gustatevi questo video introduttivo della stagione 2014 realizzato dal team ufficiale Husqvarna, nonchè la gallery preview.

 

 

CAMBI CLASSE ARANCIONI 

Il team KTM Farioli rivoluziona piloti e classi. Antoine Meo si getta in una delle sfide più eccitanti degli ultimi anni: approdando in E2, la sfida con Alex Salvini promette spettacolo a non finire e sarà l'unico pilota del team Orange in questa categoria. E Cervantes che fine ha fatto? “Il torito” fa il suo ritorno nella classe E3, la categoria che gli ha regalato due titoli mondiali. Inizialmente lo spagnolo era deciso a prendere il via in sella alla sua fida 500 cc 4 tempi, ma dopo approfonditi test insieme al team Farioli, la decisione è ricaduto sulla più leggera e maneggevole 300 2t, la stessa moto scelta dal giovane Campione del mondo Enduro Junior 2013 Matthew Phillips. Ma la novità che più ha sorpreso i tifosi KTM in questo inverno è il passaggio di Christophe Nambotin dalla E3 alla E1. Il francese è affiancato da Cristobal Guerrero, riconfermato per il 2014. La squadra di Fabio Farioli continua a dare un supporto ufficiale a Rudy Moroni, Victor Guerrero, Oscar Balletti, Nicolo Mori e Jeremy Joly. 

Per quanto riguarda Husqvarna, il “neonato” team gestito e coordinato da Thomas Gustavsson che prende il nome di “Bel -Ray Husqvarna Factory" (ex Husaberg, n.d.r.), si hanno le conferme di Thomas Oldrati in E1, Pierre- Alexandre Renet in E2, Mathias Bellino e Joakim Ljunggren in E3, Loïc Larrieu e Jamie McCanney nella classe Junior. Hanno un supporto tecnico anche Christophe Robert, Albin Elowson, Jesper Borjesson, Jeff Calice, Manuel Monni e Mario Roman. 

 

QUESTI GUARDANO IN ALTO

Honda punta tutto sul Campione del Mondo 2013, Alex Salvini schierato di nuovo nella classe E2. Lo affiancherà nella EJ il giovane Alessandro Battig in sella alla duemmezzo fornita da RedMotoUn'altra squadra che ha deciso di puntare in alto è il Team Beta. Johnny Aubert è il capitano della squadra, schierato nlella classe E2, mentre Luis Correia prosegue la sua avventura nella classe E3. Inoltre arriva anche Giacomo Redondi, schierato nella classe EJ in sella alla Beta 250 2T. Beta, inoltre, conferma la collaborazione con il Team Costa Ligure Beta Boano, che schiera nella categoria EJ Danny McCanney e nella categoria E3 Deny Philippaerts, mentre Davide Soreca punta dritto al titolo della EY in sella alla Yamaha YZE 125. 

Anche Sherco ha fatto parlare molto di sé in questo inverno. Infatti, oltre a firmare con David Knight per le gare Hard Enduro, SuperEnduro e qualche gara di Mondiale, la squadra francese, come già detto, ha chiuso un accordo con il Team di Fabrizio Azzalin. Un’occasione presa al volo dopo che i capi di KTM non si sono più fatti sentire con Azzalin per l’organizzazione del mondiale enduro 2014. Inoltre, la squadra francese Moto Pulsion rimane invariata con Anthony Boissiere in E1 e Julien Gauthier in E2, andando a formare il terzo team Sherco nel mondiale.

 

CONFERME E RITORNI

Confermata da tempo la squadra ufficiale TM Racing. Il Team gestito da Luca Cherubini schiera Eero Remes in E1 e Aigar Leok in E3. Dawid Ciucci corre invece nel Mondiale EJ. Il Team greco Ina TV Yamaha continuerà con Nicolas DEPARROIS e il giovane portoghese Luis Oliveira. Una sorpresa è il Team Marquis by Motorace. La squadra, guidata da Emilio Comotti, corre con moto KTM e ha Simone Albergoni come top rider, affiancato da Mirko Gritti e dai giovani Guido Conforti e Nicolas Pellegrinelli. Conferme anche in casa Suzuki Rigo Corse con Maurizio Micheluz in Enduro 1 e il giovane Andrea Manarin nella 125 FIM Youth Cup.

Jonathan Manzi ha firmato un contratto con Gas Gas Italia per partecipare al Campionato Italiano e ad alcune prove del Mondiale, mentre Rodrig Thain abbandona il mondiale. Gas Gas punterà quindi su Basset. È sfumata la possibilità dell’arrivo in Europa di un altro australiano, Daniel Milner, giovane, velocissimo e vera rivelazione della Six Days 2013: per lui rinnovo del contratto con Yamaha Australia.

 

LE DICHIARAZIONI DEI PILOTI IN ESCLUSIVA PER MOTOCICLISMO

 

Thomas Oldrati, Bel (Ray Husqvarna Factory, Husqvarna FE 250 4T-E1)

Sono contento di come mi sono allenato quest’inverno, sono pronto ad affrontare un mondiale ad alti livelli. Il podio è alla mia portata se tutto va bene, è difficile ma ci proviamo. L’anno scorso era iniziata bene la stagione, ma poi mi sono infortunato in Romania e da lì il mondiale è andato in fumo. La moto è fantastica, è cambiata parecchio rispetto all’anno scorso (Husaberg n.d.r.), con il leveraggio mi sento più sicuro, è più stabile sulle buche secche, posso spingere di più. Il team sostanzialmente è lo stesso dello scorso anno, c’è solamente un meccanico diverso, per il resto è tutto come l’anno scorso. Secondo me Nambotin è l’uomo da battere: è un campione e sa adattarsi a qualsiasi moto, nonostante abbia raggiunto un feeling spaventoso con la 300 2t, ma occhio anche a Guerrero, Remes e Tarroux, quest’ultimo sorpresa del 2013 arrivato dal cross.

 

Rudy Moroni (KTM Farioli, KTM EXC-F 250 4T-E1)

Fisicamente sono a posto, mi sono allenato in Spagna quest’inverno insieme ai fratelli Guerrero, ho fatto tanta bici, MTB e allenamento in moto. Il 250 4T è una cilindrata che mi piace, all’Italiano posso giocarmela, qui al mondiale puntiamo di stare nei primi 5 ma sarà veramente dura, vanno tutti fortissimo, specialmente Nambotin.

 

Alex Salvini (Team Zanardo, Honda CRE 450F 4T-E2)

Fisicamente non si può certo dire che sto bene. Ho 9 punti di sutura nel pollice della mano sinistra e non mi alleno in moto da 5 settimane, dalla prima prova degli Assoluti d’Italia. Nel frattempo ho fatto tanta palestra, spinning, corsa, camminate in montagna, ma il dolore è ancora elevato. L’obiettivo è quello di limitare i danni e portare a casa più punti possibili, dalla terza gara in poi attaccheremo seriamente per il mondiale E2. Con l’arrivo di Meo questa classe è diventata ancora più combattuta, sarà un anno interessante, credo che sarà una sfida a quattro: Meo, Renet, Aubert ed io. Sono andato a vedere le speciali, devo dire che sono molto sassose, specialmente il cross test. L’enduro test è abbastanza lento mentre l’estrema naturale ha un tratto veramente impegnativo, sulle rocce.

 

Simone Albergoni (Team Marquis by Motorace, KTM EXC 300 2T-E3)

Non voglio fare pronostici sul mio campionato, dico solo che questo è un anno di riscatto dopo la scorsa stagione. La moto è precisa identica a quella portata in gara agli Assoluti ad Alassio, mi trovo veramente bene. La E3 è una categoria veramente molto combattuta, anche se a dire la verità Nambotin ha fatto un  regalo a tutti passando in E1”.

 

Deny Philippaerts (Beta Boano Costa Ligure, Beta RR 300 2T-E3)

Mi sono allenato di più rispetto agli anni scorsi per arrivare preparato meglio al mondiale. Ho fatto un mese di allenamento in Sardegna, ripercorrendo le speciali della Six Days 2013. La moto è migliorata, abbiamo lavorato sul pacchetto sospensioni ed ora ho più feeling. L’obiettivo è quello di stare nei primi 5 di categoria, ma non è facile data la presenza di tanti piloti. Secondo me ci sarà una bella sfida in casa KTM, tra Cervantes e Philips. Prevedo una E3 combattutissima”.

 

Giacomo Redondi (Beta Factory, Beta RR 250 2T-EJ)

Quest’anno ho fatto una preparazione diversa rispetto agli scorsi anni. Ho nuotato, ho fatto aerobica, ho corso e ho fatto palestra ma soprattutto mi sono allenato nel SuperEnduro, vincendo il Mondiale Junior. Non ho fatto fatica a tornare sul 2t, il motore Beta è molto lineare e ho fatto alcune piccole modifiche delle quali sono soddisfatto. L’obiettivo di inizio stagione è quello di vincere il Mondiale Junior, con il SuperEnduro ci sono riuscito, ora inizia la vera sfida. I fratelli McCanney e Loic Larrieu sono avversari tosti, sarà un anno interessante.

 

Davide Soreca (Beta Boano Costa Ligure, Yamaha YZE 125 2T-EY)

Mi sono concentrato prevalentemente sulle estreme, andando a cercare quella guida soft che mi mancava dato che vengo dal motocross. Abbiamo lavorato parecchio col team e sviluppato la moto nei minimi dettagli. Ora c’è questa doppia trasferta in penisola iberica e dopo di che vedremo come siamo messi in campionato. Sappiamo che siamo tra i candidati al titolo insieme a Elowson, lo svedese della Husqvarna. Il segreto è rimanere concentrati per tutto l’arco del campionato, avere costanza, chi commette meno errori vince. Il mondiale è lungo ma se corro come agli Assoluti si può pensare in grande.

 

IL CALENDARIO

  • 1°-2° ROUND GP Spain Solsona 5-6 Aprile 2014
  • 3°-4° ROUND GP Portugal Vale de Cambra 12-13 Aprile 2014
  • 5°-6° ROUND GP Greece Kalampaka 10-11 Maggio 2014 
  • 7°-8° ROUND GP Finland Heinola 7-8 Giugno 2014
  • 9°-10° ROUND GP Sweden Enköping 14-15 Giugno 2014
  • 11°-12° ROUND GP Mexico Guanajuato 5-6 Luglio 2014
  • 13°-14° ROUNG GP Italy Lumezzane 1-2 Agosto 2014
  • 15°-16° ROUND GP France Brioude 13-14 Settembre 2014

 

Vi ricordiamo che potete seguire i tempi in diretta con l'app "Enduro Live"  disponibile per Apple (cliccate qui).

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA